E voi… dove preferite andare in vacanza?

Questa sarà uno dei pochi articoli in cui la location non ha importanza, perché parleremo di alcuni piccoli trucchetti indispensabili per migliorare i video della vostra vacanza. E cercheremo anche di farlo senza stressare gli amici con la telecamera sempre in mezzo alle scatole.

Alla fine siete in vacanza anche voi, no? Fare il video delle vacanze non deve distogliervi dal viverla, ma dev’essere un divertimento. Quindi, ecco i miei 10 personalissimi consigli per video GoPro in vacanza.

#1 Accessori e supporti

Scegliete bene l’attrezzatura GoPro da viaggio da portare con voi. Online trovate un sacco di consigli su cosa portare per occupare meno spazio possibile ed ottenere ottime riprese.

Io personalmente nel mio zaino “tecnologico” porto:

Cerco di minimizzare la quantità di materiale che trasporto per il semplice motivo che la maggior parte delle mie ferie sono motociclistiche. Quindi meno roba mi porto dietro, meno brontolii sento della mia compagna 🙂

E questo lo consiglio anche a voi! Portatevi poco peso, magari un panino e una birra in più!

#2 Tempi del video

Il video dev’essere breve, dovrà durare dai 3 ai 6 minuti. È qui il problema principale. Nessuno vuol far video così corti delle proprie vacanze perché ha tante cose da far vedere o da raccontare.

Vi assicuro che con 4 o 6 minuti di video riuscirete tranquillamente a trasmettere tutte le emozioni delle vostre vacanze. Avete presente quando gli amici vi invitano per vedere il filmino del matrimonio e tutti si fingono ammalati o impegnati per un’importantissima riunione di lavoro? Ecco, noi non vogliamo ottenere quel risultato. Vogliamo che i nostri video vengano visualizzati con piacere e per i più voyeuristi anche commentati e condivisi sui social.

#3 Le riprese

La telecamera la tengo sempre in tasca o nello zaino, per poter immortalare le scene che più penso potrebbero interessarmi per creare poi i contenuti video.

Attenzione però! Aver sempre la vostra GoPro in tasca non vuol dire star tutto il giorno a filmare, perché poi avrete troppo materiale da riguardare e poca voglia di montarlo una volta ritornati a casa. Il segreto sta nell’organizzazione mentale di ciò che vorrete creare e poi trasmettere.

Il video si deve suddividere in sezioni ben distinte e chiare:

  • introduzione /breve storia
  • presentazione
  • aneddoti in vacanza
  • parte vlog/interviste (se volete)
  • chiusura

Con 5 punti riuscirete a creare il vostro video.

#4 Filma meno, filma meglio

Uno dei segreti più importanti per non diventare i rompiscatole della vacanza è: non essere sempre con la videocamera in mano a importunare amici e parenti!

  • ..e basta con ‘sta telecamera!
  • ..hai rotto con questi filmini!
  • ..spegnila adesso!

E così via: allora vuol dire che non stai seguendo i miei consigli. Meglio qualche clip in meno e fatta bene. Sarà anche più facile per te fare i tagli per il montaggio.

#5 Schemi mentali

Se utilizziamo uno schema mentale semplice ed elementare basato sui 5 punti di cui abbiamo parlato poco fa, riusciremo ad utilizzare la camera con più disinvoltura.

Usare la camera di meno, vuol dire godersi di più le vacanze, credimi!

#6 La musica

Iniziamo anche con qualche segreto “tecnico”. Forse più artistico che tecnico, ma indispensabile per la buona riuscita del video: la scelta musicale. I canali dove potete trovare musica utilizzabile gratuitamente sono ormai tantissimi, basta googlare un po’ cercando “musica free” o “copyleft” e otterrete centinaia di risultati. Io personalmente utilizzo le librerie che fornisce Youtube nella sezione creators, per evitare reclami.

È indispensabile che il vostro video sia a tempo e ritmato. Non pensate che la musica sia solo un accompagnamento di sottofondo. È parte integrante del video, detta i tempi delle clip, ritma tutte le scene.

#7 Le clip

Sempre per potervi godere al massimo la vacanza, le inquadrature non devono durare più di 10 secondi l’una. Visto che nel punto 6 abbiamo parlato di musica, pensate a come ritmare clip più lunghe di 5 o 6 secondi… Impossibile! A meno che non si tratti di scene talmente interessanti da dover mantenere l’inquadratura più a lungo, ad esempio un volo panoramico con il drone o un’intervista.

#8 Gigabyte e Terabyte

Se la vostra vacanza dura una settimana e state filmando in Full HD a 1080p a 50fps, se avete fatto più di 100gb di riprese, non mi avete ascoltato.

Clip brevi, riprese essenziali e studiate. Pensate prima di cliccare REC, non ha senso riempire hard disk e schedine di materiale che poi nessuno riguarderà mai più. Questa è forse la parte più difficile, perché tutti noi preferiamo filmare di più, per “sicurezza”, così avremo il pezzo buono, ma con l’esperienza e dopo tante riprese e tanti errori migliorerete anche i tempi di shooting.

#9 Riprendete con attenzione

Cercate di evitare riprese ad una mano sola con scossoni e tremolii vari. Non potrete utilizzare quelle riprese in montaggio perché troppo mosse e potrebbero far venire il mal di mare. Se non avete una videocamera GoPro con stabilizzazione elettronica (o addirittura una GoPro HERO7 Black con HyperSmooth), cercate di far movimenti fluidi e senza scatti.

#10 Cambi di inquadratura

Ultimo consiglio, forse quello che mi sentite dire più spesso, è quello di cambiare continuamente punto di vista. Abbiamo in mano delle telecamere talmente piccole che stanno ovunque. E allora mettiamole nei posti più impensabili, cerchiamo di spezzare le riprese tra loro con più inquadrature, dall’alto, da basso, dal petto, dalla testa, dalla racchetta estensibile, dal drone, ecc.

Più inquadrature avete e meno noioso sarà il video che riuscirai a creare!

E per saperne di più?
Segui la Newsletter GoCamera!

Accedi ai contenuti di veri esperti a tua disposizione, anteprime assolute su tutte le offerte, sconti riservati e altre guide gratuite solo per veri appassionati GoPro e DJI come te. Unisciti anche tu!

OK, COMINCIAMO →

8 COMMENTI

  1. Alcune cose sono utili ma se fai vlog il video è di una decina di minuti ogni 3 giorni di riprese, se le vacanze sono intense.

    3 minuti è tantissimo di registrazione, a meno che non sia proprio un’intervista.

    Io riprendo scene con una media di 12 secondi a meno che non devo spiegare qualcosa di davvero curioso e particolare.

    Facendo così in ogni caso in una settimana riempio 130 giga.

    Ovvio che se fai una vacanza dove sei sempre svaccato in spiaggia al massimo fai pochi giga.

    • L’importante è l’organizzazione. Se riesci a filmare meno e filmare meglio di sicuro di togli una bella fetta di lavoro in post. Io di solito riesco a stare sui 60/70gb a settimana (parlando di Vlog), ma non è una regola, più un consiglio 🙂 Questi ad esempio sono 4 giorni con GoPro e Sony in Russia, totale tra Sony e GoPro 60Gb: https://youtu.be/qCP13-Zw7EQ

  2. Articolo interessantissimo! Tra poco più di un mese partirò per la Spagna e farò tesoro di quanto detto qui sopra! Una domanda, anzi un’opinione: quanto è importante secondo te vloggare durante un video? Personalmente adoro i vlog, ma mi stranisce sempre l’idea di parlare alla camera, non tanto per l’azione in sé che secondo me non dovrebbe creare nessun tipo di disagio, ma quanto più al “quanto sia necessario” rispetto al far parlare le immagini.
    Spero di essermi spiegato nel miglior modo possibile!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here