Finalmente l’estate è arrivata, il caldo si fa sentire ed è tempo di nuotare! Al mare, ma anche al lago o in fiume, un’attività come lo snorkeling è alla portata di tutti. Nuotando in zone dal fondale basso, infatti, anche rimanendo vicino alla superficie si possono osservare e catturare scenari incredibili.

Ci sono mille modi e tanti segreti, per riprendere le tue lunghe nuotate estive. Scopriamo qualcosa in più su questa attività e vediamo qual è il miglior modo per catturare le nostre sessioni di snorkeling, magari con un’incredibile videocamera GoPro.

Snorkeling: a pelo d’acqua

Il nome di questa attività deriva da snorkel, ossia boccaglio. Sta quindi ad indicare l’osservazione dell’ambiente sottomarino rimanendo a pelo d’acqua in modo da poter respirare attraverso il boccaglio stesso.

Tuttavia, ultimamente, si è passati ad indicare con questo termine anche l’attività che viene svolta tra 0 e 10 metri di profondità. Quindi non proprio in superficie, ma sia l’attività che il tipo di riprese non possono essere classificate comunque come vere e proprie immersioni.

In questo contesto la luce del sole che penetra attraverso l’acqua ci consente di valutare le riprese in modo molto simile rispetto a quando si è all’asciutto.

Subacquea: si va in immersione

Come abbiamo anticipato, oltre i 10 metri possiamo iniziare a parlare di subacquea o immersioni vere e proprie. Sia per quanto riguarda l’attività, che a questo punto dev’essere svolta con le bombole, sia per i video.

Già oltre i 7/8 metri sott’acqua, infatti, la luce filtrata dall’acqua cambia. Per questo in molti ritengono che la ripresa sottomarina sia in assoluto una delle più complesse e onerose.

Attrezzatura per lo snorkeling

Per poter fare video snorkeling dobbiamo innanzitutto, come per tutte le attività in generale, valutare quale attrezzatura avremo al seguito per poterla sfruttare anche per le riprese. In questo caso è ovviamente tutto ridotto all’osso: maschera e tubo, al limite delle pinne.

D’altro canto, però, abbiamo come pro della cosa che le mani sono libere. Questo è molto importante, tenendo presente la postura orizzontale che dovremo tenere per nuotare.

Foto e video snorkeling: come girare e scattare

Che tu ti tenga vicino alla superficie o che vai qualche metro sotto, riprendere le tue nuotate estive non potrebbe essere più facile. Anche perché la scelta su come fare queste foto e video è abbastanza limitata. Una reflex o una mirrorless non sono impermeabili, a meno di pesanti e costosissime scafandrature. E lo stesso vale anche per uno smartphone per i quali solo gli utlimi modelli resistono “fino a 5 minuti, in acqua dolce, profondità max 1 mt”.

La scelta, quindi, non può che ricadere su una action cam. Queste videocamere sono perfette nelle avventure in acqua, per la loro versatilità e impermeabilità rispetto ad altri dispositivi.

E questo è vero non solo per le sorprendenti immagini che è in grado di catturare. Ecco perché una action cam GoPro è lo strumento ideale per fare riprese se sei impegnato in questo tipo di attività:

  • sono impermeabili, senza alcuna protezione aggiuntiva;
  • hanno un angolo visuale molto ampio, per catturare grandi porzioni di paesaggio;
  • hanno i comandi vocali per avviare registrazione e scattare anche quando montiamo la cam in qualche parte del corpo scomoda da raggiungere;
  • sono integrate con app per smartphone, per il download, editing e condivisione di video e foto;
  • con supporti dedicati possono essere fissate ovunque, per avere molteplici prospettive.

Fare Trekking ti porta in luoghi dalla bellezza quasi incontaminata, e se vuoi realizzare scatti o riprese dei luoghi che esplori, GoPro è la scelta giusta.

Snorkeling con action cam: accessori e indispensabili

Prima di parlare di inquadrature e supporti per ottenerle, ti ricordiamo alcune cose indispensabili:

  • le action cam sono impermeabili senza alcuna protezione aggiuntiva, anche in acqua salata, a patto che tutti gli sportellini siano chiusi bene e che essa venga sciacquata molto bene dopo ogni utilizzo.
  • controlla sempre di avere spazio sulla MicroSD, un volta che sei in acqua non avrai modo di cambiarla.
  • lega la videocamera a un cinturino galleggiante per evitare di perderla in fondo al mare.

Per quanto riguarda gli accessori (per intenderci quelli legati alla forma e alle caratteristiche specifiche di una videocamera GoPro), abbiamo qualche consiglio extra. Dipende ovviamente dalla profondità cui vai, perché potresti aver bisogno di un filtro snorkel.

Il funzionamento del filtro è semplice: filtrando nell’acqua, la luce del sole perde le componenti cromaticamente calde. Il risultato saranno immagini tendenti al blu in acque tropicali e mediterranee, tendenti al verde in acque interne. Il filtro colorato reintegra i colori caldi ridando brillantezza a foto e video.

Tips: L’utilizzo di un filtro snorkel è consigliato, a seconda delle condizioni di luce, unicamente tra i 5 e i 10 metri circa.

Inquadrature e supporti

Il plus dato da una Action Cam, rispetto ad una normale fotocamera o a uno smartphone, è che la possiamo mettere veramente ovunque, ottenendo riprese con inquadrature davvero particolari.

Se parliamo di snorkeling, le soluzioni sono diverse:

  • Maschera. Essendo ogni maschera diversa, è impossibile trovare un supporto per action cam da applicarvi sopra. La scelta migliore è una GoMask, ossia una maschera subacquea o gran facciale, che abbia già il supporto integrato.
  • Asta. Per poterti inquadrare da solo stile selfie o per poterti avvicinare ad alghe, scogliere, grotte, ecc. un’asta è indispensabile. Meglio se trasparente e galleggiante come una GoPole EVO.
  • Dome. Praticamente irrinunciabile: il Dome è l’unico supporto che ti permette di riprendere e scattare contemporaneamente sia sopra che sotto il livello dell’acqua.
  • Fascia da polso. Per continuare ad avere le mani libere, quindi senza portarti dietro un’asta, l’alternativa è il supporto a fascia che posizione la videocamera sul dorso della mano.

Come fare video snorkeling: impostazioni

Ora che sai dove fissare la tua videocamera, possiamo procedere al setting. Il nostro consiglio è quello di divertirvi e di lasciar perdere i settaggi avanzati della videocamera.

In questo articolo, infatti, ci interessa vedere come fare tutto nella massima semplicità e velocità. Quindi possiamo tranquillamente disattivare il pannello di gestione avanzata (chiamato Protune, se abbiamo una GoPro) e lasciare che la action cam lavori in automatico per quanto riguarda ISO, esposizione, profilo colore , ecc.

Per le impostazioni della videocamera, dunque, teniamo sempre presente cosa andremo a fare dopo con queste clip. Visto che nel prossimo paragrafo parleremo di Quik App, ecco le impostazioni per l’editing e la condivisione da smartphone.

  • Risoluzione 1080. Leggibile praticamente da tutti gli smartphone, tablet e monitor; molto più leggero del 4K e facilmente lavorabile.
  • 60 fps. Anche questo è un formato leggibile tranquillamente dalla maggior parte dei dispositivi e che, volendo, ti permette di fare anche delle SlowMotion con le tue clip.
  • FOV SuperView/Ampio. Avere un’apertura molto larga permette di inquadrare porzioni molto ampie della scena e dare l’effetto di allungare le braccia durante, ad esempio, una piccola arrampicata.
  • Stabilizzazione On. La stabilizzazione elettronica delle GoPro e della Osmo Action è sconsigliabile solo quando inizia a scarseggiare la luce. Quindi al massimo ricorda di disattivarla dal tramonto in poi.

Ecco, ora che hai impostato la videocamera e hai scelto da quali prospettive filmare, non ti resta che partire!

Edita e condividi

E se sei ancora indeciso, ecco l’ultima, importantissima caratteristica delle videocamere action cam GoPro e DJI, che ti farà venire ancora più voglia di sceglierle come soluzione per le tue riprese sportive.

Sono completamente integrate con un pacchetto software/app completo. Vediamo come fare il tuo video snorkeling, partendo proprio da queste app.

Parti con GoPro App o DJI Mimo

La prima applicazione è semplicemente la GoPro App per le videocamere GoPro e DJI Mimo per quelle DJI. Da qui hai accesso a tantissime funzioni, ma quella che ci interessa qui, ovviamente, è il download delle tue clip. Man mano che salverai le tue clip, verranno salvate direttamente nella galleria del tuo telefono.

Tips: Il consiglio è quello di scorrerle, scegliere quelle che ti piacciono di più, e magari, se sono troppo lunghe, tagliarle per prendere solo i pezzi più interessanti.

Continua con GoPro Quik

GoPro Quik è lo strumento che GoPro mette a disposizione gratuitamente per il video editing, compatibile anche con video/foto di smartphone e action cam DJI. Ti permette di scegliere tra diversi stili, di personalizzare il tuo montaggio con scritte e tracce musicali e renderli simili a te e a quello che vuoi trasmettere a chi li guarda. Infine, potrai facilmente condividerli con i tuoi amici e sui social network.

Ecco un breve video tutorial.

GoPro Quik app è in continua evoluzione per rendere sempre più semplice e divertente l’editing on the go. Ci sono, infatti, due aggiornamenti che ti potrebbero interessare: uno riguarda 5 funzioni nascoste di GoPro Quik, l’altro i miglioramenti dell’app per GoPro HERO7.

Non hai ancora deciso quale ActionCam acquistare?

Forse questa panoramica non ti è bastata? Vorresti una vera e propria guida step by step su quale action cam scegliere? 

Be’, sappi che la guida Quale action cam scegliere per l’estate esiste, ed è gratis! 

👉 Scaricala subito 👈

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here