Finalmente è scoppiata la primavera! O l’estate, l’autunno e, perché no, l’inverno. Insomma, se stai leggendo questo articolo sei anche tu come noi un patito delle pedalate e non importa quale sia la stagione quando si segue una passione! Nelle prossime righe voglio raccontarti come condividere questa passione, come fare video in bici perfetti da condividere!

Prima di iniziare, parliamone: come vorresti realizzare questi video? Con una pesante reflex? Con una smartphone che si scarica e riceve decine di notifiche al minuto? Magari no. Ci sarà un motivo se le videocamere GoPro hanno prima introdotto e poi rivoluzionato il concetto di action cam, no?

Tanti tipi di bici, una sola passione

Le discipline, agonistiche e non, che coinvolgono il mondo delle due ruote sono tantissime. Tutte accomunate, però, da elementi comune: un telaio, due ruote, due pedali! Per fortuna forma, dimensioni e tipologia di bicicletta sono varie, ma gli elementi che ci permettono di realizzare un buon video in bici rimangono sempre.

Fare video in bici, con un piccolo montaggio e le dritte che ti darò man mano, ti permetterà di condividere con gli amici e sui social immagini uniche. Perché con l tecnica giusta, potrai trasmettere le emozioni del tuo sport preferito e coinvolgere i tuoi spettatori nei panorami che ti troverai davanti.

Con cosa fare le riprese?

Pensaci, qui non stiamo parlando del video delle vacanze. Anche per fare video in bici, prima di tutto ti devi divertire facendo sport. Quindi tenendo le due mane libere e ben salde sul manubrio. Capirai da solo che in questo modo abbiamo spazzato via una marea di dispositivi pesanti, ingombranti, difficili da fissare alla bici o addirittura da indossare.

Come ti ho anticipato, la scelta migliore per le tue riprese è una videocamera GoPro, e questo perché qualunque modello:

  • è impermeabile, senza alcuna protezione aggiuntiva;
  • ha un angolo visuale molto ampio, per catturare grandi porzioni di paesaggio;
  • ha i comandi vocali per avviare registrazione e scattare anche tenendo le mani sulla pagaia;
  • cattura immagini stabilizzate elettronicamente: addio effetto mal di mare;
  • sono integrate con app per smartphone, per il download, editing e condivisione di video e foto;
  • con supporti dedicati possono essere fissate ovunque, per avere molteplici prospettive.

Se ora che ti ho convinto ti frulla in mente Ma quale GoPro scelgo?, trovi la risposta in fondo all’articolo!

Come fare video in bici: inquadrature

Come abbiamo detto poco più su, tra le peculiarità che ci fa preferire una videocamera GoPro rispetto a qualsiasi altra videocamera, è la possibilità di attaccarla ovunque. Il segreto di un video coinvolgente, infatti, a parte la tecnica, è dare dinamicità variando le inquadrature. Vediamo quindi come sfruttare tutti i punti di ripresa in bici.

  • Casco. Sicuramente il punto primario, perché si sfrutta la naturale stabilizzazione del collo. Oltre alla classica placca adesiva, per avere una prospettiva veramente interessante è da provare il POV con arm.
  • Manubrio. In base al diametro potremo usare un qualsiasi supporto per barra tubolare e orientare la ripresa come vogliamo.
  • Petto. Un classico GoPro, con il supporto a pettorina è possibile inquadrare ciò che abbiamo davanti, il manubrio e la ruota anteriore, in modo da catapultare lo spettatore in sella con noi.
  • Sellino. Con un supporto Seat Rail, possiamo sfruttare addirittura il sellino per inquadrare i nostri amici dietro di noi.

Qui ti ho voluto indicare delle inquadrature tramite supporti “universali”. Il consiglio, è poi quello di sfruttare le peculiarità della tua bici da strada, mountain bike, bmx, enduro, downhill, ciclocross, ecc. In questo senso i consigli in questo articolo ti torneranno utilissimi.

Come impostare la videocamera in bici

Ora che sai dove fissare la tua videocamera, possiamo procedere al setting. Il nostro consiglio è quello di divertirvi e di lasciar perdere i settaggi avanzati della videocamera, la priorità è divertirsi!

Qui mi interessa farti vedere come fare tutto nella massima semplicità e velocità. Quindi possiamo tranquillamente disattivare il pannello chiamato Protune e lasciare che la GoPro lavori in automatico per quanto riguarda ISO, esposizione, profilo colore , ecc.

Per le impostazioni della videocamera, dunque, teniamo sempre presente cosa andremo a fare dopo con queste clip. Visto che nel prossimo paragrafo parleremo di Quik App, ecco le impostazioni GoPro per l’editing e la condivisione da smartphone.

  • Risoluzione 1080. Leggibile praticamente da tutti gli smartphone, tablet e monitor; molto più leggero del 4K e facilmente lavorabile.
  • 60 fps. Anche questo è un formato leggibile tranquillamente dalla maggior parte dei dispositivi e che, volendo, ti permette di fare anche delle SlowMotion con le tue clip.
  • FOV SuperView/Ampio. Avere un’apertura molto larga permette di inquadrare porzioni molto ampie della scena e dare l’effetto di allungare le braccia sul manubrio.
  • Stabilizzazione On. La stabilizzazione elettronica delle GoPro è sconsigliabile solo quando inizia a scarseggiare la luce. Da tenere presente se ami pedalare di sera.

Ecco, ora che hai impostato la videocamera, hai scelto da quali prospettive filmare, non ti resta che partire!

Uso della GoPro per video in bici

Ci siamo: siamo pronti per goderci la nostra giornata di sole pedalando all’aria aperta. Eccoti gli ultimi consigli per non rovinarti le riprese e farle nella maniera più liscia e divertente:

  • Pensa al suono. Qui dipende un po’ dal contesto, ma se vuoi rendere i tuoi video un po’ più vivaci con del suono naturale delle clip, puoi aiutarti a catturare un audio migliore avvolgendo la GoPro in una spugnetta antivento o in un Case Stagno.
  • Attiva i comandi vocali. Nel menu delle videocamere GoPro c’è l’elenco dei comandi da poter impartire con la voce per avviare o fermare registrazioni, scattare foto, ecc. Impara quelli che ti serviranno!
  • Attiva il GPS. Disponibile sulla maggior parte degli ultimi modelli, il GPS GoPro ti permette poi con pochi tap di aggiungere ai tuoi video grafici per l’accelerazione, il percorso su mappa, la velocità e molto altro.
  • Controlla l’anteprima. Attraverso la GoPro app, dopo aver fissato la videocamera, controlla che l’inclinazione e l’angolazione siano corrette.
  • Fai clip brevi. Sfruttando i comandi vocali puoi avviare e arrestare la registrazione per riprendere solo i momento che vale la pena salvare. in questo modo avrai clip facili da ritrovare, selezionare e lavorare. E risparmierai batteria…

Edita e condividi

Ed ecco l’ultima, importantissima peculiarità delle videocamere GoPro che le rendono irresistibili.

Sono completamente integrate con un pacchetto software/app gratuito. Vediamo come fare il tuo video in bici, partendo proprio da queste semplici app.

Parti con GoPro App

La prima applicazione è semplicemente la GoPro App. Da qui hai accesso a tantissime funzioni, ma quella che ci interessa qui, ovviamente, è il download delle tue clip. Il consiglio è quello di scorrerle, scegliere quelle che ci piacciono di più, e magari, se sono troppo lunghe, tagliarle per prendere solo i pezzi più interessanti.

Man mano che salverai le tue clip, verranno salvate direttamente nella galleria del tuo telefono. Se non conosci GoPro app, in questo articolo ne facciamo una panoramica molto completa.

Continua con GoPro Quik

GoPro Quik è lo strumento che queste videocamere ti mettono a disposizione gratuitamente per il video editing. Ti permette di scegliere tra diversi stili, di personalizzare il tuo montaggio con scritte e tracce musicali e renderli simili a te e a quello che vuoi trasmettere a chi li guarda. Infine, potrai facilmente condividerli con i tuoi amici e sui social network.

Ecco un breve video tutorial

GoPro Quik app è in continua evoluzione per rendere sempre più semplice e divertente l’editing on the go. Ci sono, infatti, due aggiornamenti che ti potrebbero interessare: uno riguarda 5 funzioni nascoste di GoPro Quik, l’altro i miglioramenti dell’app per GoPro HERO7.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here