Le videocamera GoPro è un oggetto presente nella vita di molte persone, viene utilizzata sia da chi è alle prime armi sia da professionisti di tutto il mondo. Tant’è vero che ormai la parola stessa GoPro, che indica il marchio, si è addirittura conquistata un posto nel vocabolario sostituendo in pratica il temine action cam.

I motivi di questo successo sono parecchi e diversi, e uno di questi è la rivoluzione che ha determinato la prima GoPro. Ma quando e com’è è nata la GoPro? 
Ecco, in questo articolo voglio condividere con voi questa storia.

Creata per lo sport

Per scoprire le origini di questo fenomeno, bisogna andare indietro di quasi 20 anni, precisamente nel 2001. Allora un ragazzo di 26 anni di nome Nick Woodman, aveva appena terminato i propri studi e partiva a per un meritato surftrip tra Australia e Indonesia. Sono anni ancora molto lontani dalla rivoluzione tecnologica che ha travolto più recentemente la vita quotidiana di tutti noi: le fotografie si scattano ancora su pellicola e le attrezzature usate dai professionisti sono accessibili da pochissimi perché estremamente costose.

È qui che Woodman, da appassionato di tecnologia, ha un idea: rompere questa barriera sviluppando qualcosa che tutti possano usare facilmente per fotografare le proprie imprese tra le onde. Inizialmente infatti la GoPro viene sviluppata per essere la macchina fotografica dei surfisti, che devono potersi immortalare in autonomia senza il bisogno di attrezzature costose e troupe di fotografi professionisti al seguito.

La prima GoPro

Ecco che allora, si da da fare per produrre in autonomia un prodotto con queste ormai semplici caratteristiche. Il primo modello si compone di due pezzi principali: uno scafandro impermeabile di plastica con una strap da mettere al polso e la macchina fotografica stessa dotata ovviamente di rullino, con una lente grandangolare da 28mm e un rullino.

Con questo concept nasce la prima GoPro. Woodman sviluppa i primi prototipi sul proprio furgoncino Volkswagen tra il 2001 e il 2002. Agli inizi Nick vive letteralmente on the road assemblando le prime GoPro con le proprie mani e cominciando a far conoscere nelle varie spiagge californiane la propria action cam.

Nel 2002 viene fondata ufficialmente la Woodman Labs con un capitale iniziale di soli 250.000$ che il padre di Nick, utilizzando i propri risparmi, decide di investire sul figlio. È a questo punto che inizia la vera e propria produzione in serie del primo modello di GoPro, che nel 2004 esce sul mercato al prezzo di circa 20-30$.

E poi arriva HERO!

Nel 2006 la Woodman Labs, che più tardi cambierà nome in GoPro Inc, fa il salto nell’era digitale con la Digital Hero, la prima GoPro capace di registrare video in formato VGA senza audio. L’anno dopo viene presentata la Digital Hero 3 che migliora enormemente le limitazioni del modello precedente consentendo la registrazione di video con audio senza restrizioni di tempo.

L’interesse dei consumatori dal 2006 in poi cresce esponenzialmente modello dopo modello e il resto è storia. Un successo travolgente che ha trasformato Nick Woodman in un milionario che ha dato il via a una rivoluzione nel mondo delle immagini, partendo dal nulla proprio come nelle migliori fiabe.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here