Cosa propone il mercato?

Parlare di camere consumer non è semplice. Innanzitutto il mercato è in continua evoluzione e lontano da una standardizzazione. Inoltre buona parte dei progetti sono affidati ad operazioni di Crowdfunding che possono presentare innovazioni, ma che alla fine potremmo poi non trovare sugli scaffali della grande distribuzione.

Cosa fare? Proviamo a stendere un filo logico e vi aspetto nei commenti dove ognuno di noi potrà contribuire all’aggiornamento e alla discussione.

Videocamere VR360 fino a 2K

La prima camera di cui parliamo è la Ricoh Theta, nata come un progetto semplice rimane un ottimo compromesso per chi deve avvicinarsi a questo mercato. La nuova versione SC è molto comoda, grazie alle dimensioni ridotte, 42mmx130mm con un peso di 100 grammi. La qualità è 2K per la serie SC e full HD per la S. Forse per la sua semplicità, la serie S, è tra le camere selezionata per realizzare video VR360 in streaming su Facebook o Youtube.

Altro prodotto simile è la LG360 CAM videocamera dalle caratteristiche simile alle precedenti, ma con sensore 2K.

4K, il nuovo standard per il VR360

Orbit360 4K di Kodak è il nuovo progetto del marchio statunitense che prosegue la strada della Kodak PIXPRO SP360 4K VR. In questo caso ci spostiamo nel 4K, ma con incertezza sulla data di realizzazione.

Già sul mercato, invece, la nuova Garmin VIRB 360. Esteticamente ricorda la telecamera precedente ma possiede interessanti caratteristiche aggiuntive. Da segnalare: Audio Spaziale, dati telemetrici disponibili per overlay, impermeabilità fino a 10mt, stabilizzazione sferica (tramite il software). Da notare anche la serie di accessori disponibili, compreso l’indispensabile Supporto per alimentazione esterna in caso di streaming. Di sicuro Garmin alza l’asticella e con un prezzo di 799€ e si rivolge al mercato Prosumer.

Una testa di serie tra i produttori di fotocamere ha fatto sentire la sua voce. Presentata un anno fa, la Nikon Key Mission 360 ha un taglio molto “adventure” con il sensore a 4K UHD e si ripromette di andare incontro a consumatori più sportivi. Arriva a 30mt di profondità e resiste  agli urti fino a 2mt di altezza.

Il rientro dalle vacanze ci offrirà tante novità, tra le più attese GoPro con il suo progetto Fusion sposta la sua attenzione dai progetti Business a quelli Consumer con una camera con i setting da 5,2k e 30fps.

Ultima (ma non meno importante) è anche la nuova Samsung Gear 360 prodotto che unisce caratteristiche standard (4K/24fps) alla possibilità dello streaming sui vari social (Youtube/Facebook).

Crowdfunding e speranze

L’abbiamo detto: ci piace guardare il futuro. Così ho selezionato dei progetti, a mio giudizio tra i più cliccati nei dibattito sui blog.

ISTA360 è un nuovo brand made in china che da qualche hanno ha sviluppato diversi prodotti nel settore. Il prodotto “standard” è la ISTA360 4K che trovate nelle camere sopra descritte. Ma l’attenzione dei professionisti è per la parte Professional. ISTA360 Pro è una camera che, sulla carta, promette fino a 8K di registrazione (non live) e audio spaziale, il tutto montato su un unico rig con 6 camere. Prezzo importante con offerta di lancio a 3,499 $.

La Z1cam PRO, finanziata interamente tramite INDIEGOGO, è da mettere in relazione con la telecamera precedente. Proposta nel crowdfunding ad un prezzo più contenuto (1.499$), promette fino a 6K con audio spaziale, connessioni ethernet, bluetooth e wifi.

Vuze VR ha vinto invece l’Innovation Awards all’ultimo CES. Si tratta di una camera in grado di registrare anche in stereoscopico e con audio spaziale. Un prodotto prouser dedicato, quindi, ad un preciso target di persone.

Modello Costo Stitchining realtime Lenti Focale Risoluzione Bluetooth Wifi HDMI Live video Spatial audio
Samsung Gear 360 249€ si 2 2,2 4K si si si si si
Nikon Key Mission 499€ si 2 2,0 4K UHD si si si no no
LG360 CAM 199€ si 2 1,8 2K si si no no no
Ricoh 299€ si 2 2,0 Full HD si si si si no
Rico Theta SC nc si 2 2,0 2K si si no no no
GoPro Fusion nc si 2 nc 5,2K si si nd nd nd
Insta360 549$ si 2 2,0 4K si si no nd no
Orbit Kodak 499$ si 2 2,8 4K si si si no no
Kodak pixPro SP360 4K 899$ si 2 2,8 4K si si si no no
Garmin VIRB 360 799€ si 2 2,0 4K realtime (5,7K raw) si si si si si
Vuze vr 899$ si 8 2,0 4K si si no si
Giroptic 249€ no 2 2,8 Full HD nd nd no si no
360fly 499€ no 1 2,5 2880×2880 si si no no
Insta360 pro 3499$ si 6 2,4 8K/4K live nd si si / ethernet si si
Z1cam PRO 1499$ si 4 nd 6K si si si / ethernet nd si
YI360 VR 399$ si 2 nd 4K si si no nd no
Bublecam 799$ si 4 2,0 1,4K si si no nd no
Orah 4i 3599$ si 4 2,0 4K si si si / ethernet si si
Detu 228$ si 2 2,2 3K si si no si no
Detu F4 1500$ si 4 2,2 6K si si si / ethernet si si
Spherycam nd si 6 2,6 6K nd nd nd nd nd
Hubblo PX6 nd nd 6 4 si si si / ethernet si si

Esperienze passate

Un salto nel passato prossimo ci può aiutare a comprendere le dinamiche future.

Giroptic è la stata la prima videocamera VR360 consumer ad essere stata lanciata. Nel 2014 c’era già chi proponeva video FULLHD. La 360fly non è propriamente una 360 ma è stata fondamentale per il marketing del settore. Chad Reed ha portato le sue on board track 360 in tutto il mondo.

La distanza tra Professionale e Consumer diminuiscono? Di sicuro il mercato sta proponendo ogni giorno nuove soluzioni per un mercato che abbraccia ogni nuovi settori (streaming/reportage/esperienze uniche), ma noi saremo pronti a raccontarle al corso VR360 – Professional Training del 4 e 5 Novembre in collaborazione con OmniaVision!

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here